in ,

La Russia non perde il vizio di spiare il mondo intero

editoriale italiano

Capiterà sempre come é sempre accaduto, la parte più delicata di un governo non é l’esercito che si muove alla luce del sole nelle operazioni determinanti, ma sono i servizi segreti a farne la differenza nei rapporti internazionali.
Ed i servizi segreti riportano a galla l’operato delle spie internazionali a cui ogni paese nel mondo si é sempre affidato.
Un capitano di fregata che presta servizio presso lo Stato Maggiore della Difesa ha passato documenti riservatissimi ad un militare che lavora presso la sede diplomatica di Mosca in Italia.
La Farnesina ha convocato l’ambasciatore, ma il fatto resta gravissimo e soprattutto molto pericoloso perché potrebbe mettere a repentaglio la nostra stessa sicurezza.
I documenti trasmessi riguardano la NATO e coinvolge in prima linea anche il nostro paese ovviamente.
L’ambasciata russa dichiara: “speriamo non si rifletta sui rapporti bilaterali”.
In totale buona fede, per quanto con la Russia spesso si possa faticare a parlare di buona fede e nel rispetto della nostra bandiera, speriamo si possa arrivare a chiarire la situazione e se fosse confermato il coinvolgimento diretto di Mosca, si attendono provvedimenti che si riflettano o meno sui rapporti bilaterali, la nostra sicurezza nazionale vale molto di più di un buon rapporto basato sui soldi, con la madre Russia.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

editoriale italiano

Demiral ha il covid, volo sanitario per portarlo a Torino

editoriale italiano

Sinner in semifinale a Miami