in , ,

L’Australia dovrà vaccinare l’80% della popolazione prima di riaprire le frontiere

editoriale italiano

L’Australia dovrà vaccinare l’80% dei suoi adulti contro il COVID-19 prima di poter prendere in considerazione la riapertura del confine, ha detto oggi il primo ministro Scott Morrison annunciando un piano in quattro fasi per una maggiore libertà.
L’Australia è ora nella fase A, con gran parte del paese che continua dentro e fuori dai blocchi per debellare il coronavirus.
Sydney è sottoposta a un rigoroso ordine di lockdown a causa di una preoccupante ondata di infezioni da metà giugno, guidata dalla variante Delta altamente contagiosa.
L’Australia ha gestito la crisi del coronavirus molto meglio di tanti altri paesi sviluppati, con poco più di 34.000 casi e meno di 1.000 decessi, ma ciò è stato ottenuto in gran parte sigillando il suo confine a quasi tutte le persone dall’inizio della pandemia.
Morrison ha affermato che il confine verrà gradualmente riaperto nella fase C del piano, quando l’80% degli adulti sarà stato vaccinato. Circa il 18% degli adulti è già stato vaccinato nell’ambito di una campagna che ha avuto un avvio lento.
“Elimineremo tutte le restrizioni sui viaggi in uscita per gli australiani vaccinati”, ha detto Morrison in una conferenza stampa, riferendosi alla fase C.
“Ci sarà una graduale riapertura dei viaggi internazionali in entrata e in uscita con paesi sicuri”, ha affermato sempre il primo ministro.
Morrison non ha fornito un calendario per il piano, ma ha espresso fiducia che la fase B, ovvero il 70% della popolazione vaccinata, possa essere raggiunta entro la fine dell’anno.

Written by Thomas Longhi

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

editoriale italiano

Multa di 888 milioni di dollari per Amazon da parte dell’Unione Europea

editoriale italiano

Sei passeggeri di una nave Royal Caribbean, positivi al Covid