in , , ,

In California la centrale nucleare di Diablo Canyon potrebbe restare aperta ancora a lungo

editoriale italiano

Con la minaccia di mancanza di energia e il peggioramento della crisi climatica, il governatore Gavin Newsom potrebbe tentare di ritardare la chiusura a lungo pianificata della più grande fonte di elettricità della California: la centrale nucleare di Diablo Canyon.
Newsom ha detto che lo stato avrebbe cercato di chiudere una quota di 6 miliardi di dollari in fondi federali destinati a salvare i reattori nucleari che rischiano la chiusura, denaro annunciato dall’amministrazione Biden questo mese.
Il proprietario del Diablo Canyon, Pacific Gas & Electric, si prepara a chiudere l’impianto, che ha generato il 6% dell’energia dello stato l’anno scorso, entro il 2025.
E un collaboratore diretto del governatore ha chiarito che Newsom vuole ancora vedere la struttura chiusa ma nel lungo termine. Sono passati sei anni da quando PG&E ha deciso di chiudere lo stabilimento vicino a San Luis Obispo, piuttosto che investire in costosi aggiornamenti ambientali e di sicurezza antisismica.
Ma la volontà di Newsom di prendere in considerazione una tregua a breve termine riflette un cambiamento nella politica dell’energia nucleare dopo decenni di opposizione pubblica alimentata da disastri di alto profilo come Chernobyl e Three Mile Island.
Le centrali nucleari sono la più grande fonte americana di energia rispettosa del clima, generando il 19% dell’elettricità del paese l’anno scorso. Questo è quasi quanto i pannelli solari, le turbine eoliche, le dighe idroelettriche e tutte le altre fonti di energia a zero emissioni messe insieme.

Written by Cinzia Grandi

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

editoriale italiano

Ricevuta un’offerta da 5 miliardi di euro per la vendita del Chelsea

editoriale italiano

Secondo Bill Gates le prossime varianti covid potranno essere ancora più letali