in , ,

La scommessa scuola

editoriale italiano

Subito dopo Pasqua anche nelle zone rosse si ritornerà a scuola, almeno sino alla prima media. Questa l’idea del Governo, con i dati aggiornati che dimostrano un leggero miglioramento peraltro scontato viste le restrizioni e le chiusure di attività e scuole.
Il dubbio rimane però. Si sarebbe dovuta abbinare questa fase di ripresa delle lezioni in presenza con una campagna vaccinale che in Europa non sta ancora funzionando a pieno regime. Si sarebbe dovuto garantire un rientro nelle condizioni migliori. Quella annunciata dal governo Draghi sembra invece una forzatura, una necessità di dover tagliare i tempi dettata dal fatto che i soldi non ci sono per tutti, non in questo momento. Dettata anche dal fatto che chiedere alle maestre di fare lezione anche a Giugno significa parlare di molti soldi in più che al momento non saprebbero dove trovarli.
Nel contempo gli aiuti non arrivano o arrivano con il contagocce e non a tutti questo non permette un programma a lunga scadenza.
Ma il rientro forzato, per quanto piacevole, a scuola é molto pericoloso. E’ un azzardo bello e buono, sulla base di dati certificati che indicano che sarebbe ancora presto, soprattutto nelle zone rosse.
Dunque teniamo un occhio di riguardo ai dati dei prossimi giorni, sapendo che anche con un minimo peggioramento, le scuole riapriranno almeno sino alla prima media a partire dal 7 Aprile 2021. Speriamo solo di non pentircene.

Written by Miriam Parodi

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

editoriale italiano

Liberato il Canale di Suez

editoriale italiano

Londra senza morti per covid