in , ,

Biden accusa la Cina di minare la stabilità nel sud-est asiatico

editoriale italiano

Il presidente Joe Biden ha riferito ieri alle nazioni del sud-est asiatico che gli Stati Uniti saranno al loro fianco nella difesa della libertà dei mari e della democrazia e ha definito le azioni della Cina nei confronti di Taiwan “coercitive” e una minaccia alla pace e alla stabilità.
Parlando a un vertice virtuale dell’Asia orientale a cui ha partecipato il premier cinese Li Keqiang, Biden ha affermato che Washington avvierà colloqui con i partner nell’Indo-Pacifico sullo sviluppo di un quadro economico regionale. Il sud-est asiatico è diventato un campo di battaglia strategico tra gli Stati Uniti e la Cina, che controlla la maggior parte del Mar Cinese Meridionale, e Pechino ha esercitato pressioni militari e politiche su Taiwan, un’isola autogovernata che Pechino considera propria.
Biden ha ribadito che gli Stati Uniti avevano un impegno “solido come una roccia” nei confronti di Taiwan. “Siamo profondamente preoccupati per le azioni coercitive della Cina”, ha detto Biden, accusando di “minacciare in questo modo la pace e le stabilità regionali”.

Written by Miriam Parodi

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

editoriale italiano

L’Australia discute per non ammettere i giocatori non vaccinati agli Australian Open

editoriale italiano

In America vanno pazzi per i Maneskin