in ,

Si discute sulla quarantena di 15 giorni per chi entra in Italia

editoriale italiano

In effetti ogni singolo Paese ha sviluppato gli ordini di lockdown e di distanziamento sociale a modo proprio.
In maniera indipendente e sulla base del momento differente in cui il contagio ha raggiunto ogni Paese si sono mosse le macchine governative a tutela dei propri cittadini.
Ecco dunque la necessità nell’immediato di stabilire e chiarire la posizione per ciascuna nazione in merito a coloro che, una volta riaperte le frontiere, potranno recarsi in altri Paesi.
Stessa storia vale per l’Italia e per chiunque dovesse cercare di venire o rientrare in Italia. Per tutti, proprio per le differenti posizioni e tempistiche sull’isolamento, si dovrebbe poter confermare un periodo di isolamento volontario che deve sempre essere di almeno 14 giorni.
Senza scusanti e senza alternative. Questa regola dovrebbe valere per chiunque, per qualsiasi Stato nel mondo almeno per i prossimi 3 mesi.
In molti se lo chiedono e si chiede vi possa essere maggiore chiarezza a tal proposito nelle prossime ore e comunque prima che si possa entrare nella Fase 2, impostata per il 4 Maggio.

Written by Manuela Paolini

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

editoriale italiano

Viaggiando per il mondo con il proprio cane

editoriale italiano

Cancellato il campionato di calcio in Francia