in , ,

Luca Morisi, addetto social di Matteo Salvini, sotto inchiesta per droga

editoriale italiano

Il guru dei social media che cura l’aspetto social di Matteo Salvini ha detto oggi di aver lasciato il suo incarico, a seguito della conferma che il suo nome é stato messo sotto inchiesta per droga.
Luca Morisi, 48 anni, ampiamente considerato quale personaggio che avrebbe avuto un ruolo cruciale nel coltivare l’immagine di “uomo del popolo” di Salvini, ha negato di aver commesso alcun reato ma ha affermato che “la questione personale che mi riguarda rappresenta una grave caduta come uomo”.
Morisi ha definito il profilo pubblico di Salvini con un flusso infinito di post sui social media che mostrano il cosiddetto “Capitano” in una serie di attività, dal mangiare cioccolato alla Nutella a colazione sino agli insulti ai migranti, passando per le navi che salvano i profughi in mare sino alle uscite pubbliche con le divise militari.
Un “filosofo digitale, un megafono sociale”, come si definisce Morisi nel suo profilo Twitter, ha gestito un team di diffusione dei contenuti su YouTube, Twitter e Instagram e attraverso i gruppi di chat Whatsapp e Telegram, utilizzando una matrice di software appositamente progettata soprannominata “il Bestia”.
Il procuratore distrettuale di Verona Angela Barbaglio ha dichiarato lunedì che Morisi “è stato inserito nel registro degli indagati per il presunto trasferimento di sostanze stupefacenti”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

editoriale italiano

Autista FedEx licenziato dopo video su TikTok che offende sostenitori di Biden e BLM

editoriale italiano

Facebook sospende Instagram per bambini dopo le critiche ricevute