in , ,

Questo Napoli non si é mai visto

editoriale italiano

Un Napoli cinico, spietato, sempre pronto a prendersi in mano la partita quando serve. Una squadra quelle di Spalletti che sembra avere una mentalità vincente come se stesse vincendo da molti anni.
Il 2-0 contro il Cagliari non lascia certo stupiti, ma ciò che preoccupa le altre é la gestione della partita, la gestione dei tempi nella singola partita, con una capacità di adattamento che di solito spetta solo alle grandi squadre trainate da leaders enormi.
Parlare di scudetto sarebbe banale, sarebbe irrispettoso, sia per tutte le altre che soprattutto per il Napoli e la sua città. Se Osimhen e Insigne mantengono questo livello di agonismo sino alla fine della stagione allora sembra proprio che possa essere l’anno giusto. Ma non possiamo parlarne oggi, all’inizio e con così poche partite giocate. Si dovrà avere il tempo di valutare l’andamento nel complesso almeno sino a dicembre, poi si potranno tirare le prime somme.
Il Napoli ha di certo una rosa competitiva, anche se nessuno si aspettava una partenza come questa. Ma Spalletti non é nuovo a queste cose, non é nuovo a saper dare un’identità precisa ai suoi giocatori. Ha trovato il modo di farli convivere sul terreno di gioco e ha saputo gestire le alternative al meglio. Ora arriva il difficile, ovvero il periodo di conferma di questa supremazia forte. Arriva il momento in cui il Napoli da outsider, senza indugi e senza paura alcuna si candidi da solo a “squadra da battere”. Un’arma a doppio taglio come sappiamo bene, perché vincere non è un mestiere per tutti, indipendentemente dal budget e dagli investimenti fatti.

Written by Giuseppe Galli

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

editoriale italiano

Elezioni in Nicaragua con Daniel Ortega che ha fatto arrestare tutti gli avversari

editoriale italiano

I socialdemocratici di centro-sinistra hanno vinto le elezioni in Germania