in , ,

Conte dice no, é stato bello per quel poco che é durato

Conte dice no, é stato bello per quel poco che é durato

Che Antonio Conte fosse un allenatore ambizioso lo si era capito bene sin dalla prima esperienza alla Juventus, da quella al Chelsea e da quella con la nazionale italiana. Non é un allenatore che si siede sugli allori e che accetta le decisioni dei presidenti a priori.
Ecco perché, proprio nella fase di ridimensionamento necessaria e fondamentale per il club, Conte ha deciso di non accettare la proposta dell’Inter di proseguire questo cammino insieme. Al momento non si vedono vie d’intesa e da questa mattina si attendono aggiornamenti sul possibile nuovo allenatore dell’Inter. Le voci danno in prima fila, sin dalla tarda serata di ieri, Massimiliano Allegri, tanto gradito da Marotta e colleghi.
Sulla pista di Conte invece spunta un Real Madrid alla ricerca del nome perfetto per sostituire Zidane. Ecco iniziata la fase di mercato più affascinante degli ultimi 10 anni, con Gattuso già affiancato alla Fiorentina e Spalletti pronto al ritorno, forse a Napoli.
Resta l’amarezza che la festa scudetto sia durata così poco e come sempre l’Inter ha deciso di farsi male da sola, quasi come fosse una logica conseguenza della sua stessa storia.
Non rimane che attendere poche ore per conoscere il piano B di Zhang e dei suoi soci finanziatori, il rischio é che persino l’organico possa e debba essere ridimensionato e ci si aspetta grossi nomi sul mercato. Per il calcio italiano speriamo non si tratti di una svendita dell’ultimo giorno, come fosse il Bazar sotto casa.

Written by Giuseppe Galli

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Hanno aperto Little Island a New York

Hanno aperto Little Island a New York

Primark lancia una nuova linea con tessuti riciclati

Primark lancia una nuova linea con tessuti riciclati