in , ,

L’Australia vuole richiedere il consenso dei genitori di minori per l’utilizzo dei social media

editoriale italiano

L’Australia prevede di fare in modo che le società di social media ottengano il consenso dei genitori per gli utenti di età inferiore ai 16 anni e minaccia multe fino a 10 milioni di dollari australiani (7,5 milioni di dollari americani) per le piattaforme Internet che non si conformano, secondo il progetto di legge pubblicato oggi.
Le società di social media, che includono forum anonimi come Reddit e app di appuntamenti per smartphone come Bumble, dovrebbero anche adottare tutte le misure ragionevoli per determinare l’età degli utenti e dare la priorità agli interessi dei bambini durante la raccolta dei dati, afferma l’Online Privacy Bill.
Le nuove regole proposte metterebbero l’Australia tra i paesi più rigorosi in termini di controllo dell’età per i social media e si baserebbero sugli sforzi per frenare il potere della Big Tech, a seguito dei pagamenti obbligatori delle licenze per i media e dei piani per inasprire le leggi contro la disinformazione online e diffamazione.

Written by Thomas Longhi

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

editoriale italiano

L’EMA ha avviato la revisione per il farmaco molnupiravir, antivirale contro il covid per adulti

editoriale italiano

L’Austria conferma l’intenzione di ordinare un lockdown per i non vaccinati