in , ,

La responsabile armi sul set di Rust era inadeguata e inesperta

editoriale italiano

Come responsabile armi sui set cinematografici, Hannah Gutierrez Reed incontrava spesso membri del cast e della troupe che avevano paura delle armi. Ma la parte del suo lavoro che le piaceva di più era aiutare a cambiare quell’idea, mostrando al mondo che “le pistole sono fantastiche”.
“Penso che la parte migliore del mio lavoro sia mostrare alle persone che normalmente sono un pò spaventate dalle armi quanto possono essere al sicuro e come non sono per nulla problematiche a meno che non vengano messe nelle mani sbagliate”, ha detto Reed in un’intervista podcast a Settembre.
Solo un mese dopo, le sue parole sono diventate ossessionanti. Giovedì, la direttrice della fotografia Halyna Hutchins è stata colpita a morte dall’attore Alec Baldwin sul set di “Rust” dopo che all’attore è stata consegnata una pistola di scena che secondo quanto riferito era stata preparata da Reed.
Sul set del western del New Mexico, Reed era responsabile della supervisione di tutte le armi, assicurandosi che fossero maneggiate solo da individui designati, controllando che fossero caricate al momento opportuno con i proiettili corretti e insegnando agli attori come interagire in sicurezza con loro.
A 24 anni, Reed non aveva molta esperienza in questo. “Rust” è stato solo il suo secondo film come responsabile armi in capo e da quando emergono i dettagli delle riprese, molti nell’industria cinematografica hanno messo in dubbio la sua assunzione; le riprese sono avvenute poche ore dopo che parte della troupe ha lasciato il set, riportando lamentele sulla sicurezza e i mancati controlli.

Written by Miriam Parodi

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

editoriale italiano

L’addio di Ronaldo é stato solo un bene per la Juventus

editoriale italiano

Amnesty International chiude gli uffici di Hong Kong per rischio rappresaglie