in , ,

Conte e M5S pronti a lasciarsi

Conte e M5S pronti a lasciarsi

Dopo l’ennesima sparata mediatica di Grillo di ieri, dopo l’ennesima dimostrazione di forza e di compattezza in perfetto stile “il Movimento é mio e faccio quello che dico io…” messa in atto da Grillo e dai suoi esponenti in Parlamento e persino dopo la ridiscesa in campo di Casaleggio Jr a sostenere lo stesso Grillo, era inevitabile la rottura.
La situazione é irrecuperabile, come lo stesso Conte ammette, con la conseguente ritorsione, ancora una volta sugli elettori che in Conte avevano trovato un punto di riferimento importante e serio.
Ma quello che si sta sottovalutando da parte di questi manipolatori mediatici é il possibile intervento di una grossa fetta di elettorato che in Conte si riconosceva. Quella parte a cui le urla da piazza non servivano a nulla, quella parte pronta a prendere una strada di innovazione con metodo e giudizio, aspetti su cui il Movimento 5 Stelle é sempre stato carente, da quando é nato.
Ora si ricompatta la coppia Grillo e Casaleggio magari, si torna a urlare nelle piazze per poi finire a scambiarsi le poltrone in parlamento attaccandovisi il più possibile esattamente come fanno tutti gli altri.
Una considerazione é d’obbligo e dubito che nel M5S sia stata valutata attentamente. Se Conte lascia e torna a fare il professore o l’Avvocato va di lusso a tutti.
Ma se decide, sulla base di dati certi provenienti dai sondaggi, di rimettersi in politica, anche con un partito proprio, allora Conte sarebbe per il M5S la spada di damocle, in grado di sottrarre allo stesso Movimento, come al PD e persino alla Lega una percentuale di elettorato che imbarazzerebbe tutti quanti, compresi gli urlatori da piazza.
Conte questo lo sa bene e se gestito nel modo giusto avrebbe tutte le carte in regola per crearsi il proprio statuto ed il proprio partito. Non avrebbe mai i numeri di PD e Lega, soprattutto in partenza, ma toglierebbe fiato vitale al M5S e condannerebbe il Movimento ed il suo garante e fare i conti con una realtà che diventerebbe d’improvviso drammatica.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Israele reintroduce l'obbligo di mettere le mascherine al chiuso

Israele reintroduce l’obbligo di mettere le mascherine al chiuso

La nuova Ferrari 296 GTB é già un cult prima ancora di essere messa in produzione

La nuova Ferrari 296 GTB é già un cult prima ancora di essere messa in produzione