in ,

Guarisce dal Covid-19 e viene contagiato ancora dopo pochi mesi

editoriale italiano

Un uomo è stato infettato dal coronavirus dopo essersi ripreso da un attacco iniziale ad aprile in quello che gli scienziati hanno definito essere il primo caso che mostra che la re-infezione potrebbe verificarsi entro pochi mesi.
La seconda infezione da SARS-CoV-2 di un 33enne in Cina è stata rilevata tramite lo screening aeroportuale al suo ritorno a Hong Kong dall’Europa questo mese.
I ricercatori dell’Università di Hong Kong hanno utilizzato l’analisi della sequenza genomica per dimostrare che era stato infettato da due diversi ceppi. L’uomo non ha sviluppato alcun sintomo della sua seconda infezione, il che potrebbe indicare che “le infezioni successive potrebbero essere più lievi”, hanno detto i ricercatori.
“I nostri risultati suggeriscono che la SARS-CoV-2 può persistere negli esseri umani”, hanno detto lunedì Kwok-Yung Yuen e colleghi in un documento accettato per la pubblicazione sulla rivista Clinical Infectious Diseases. I risultati suggeriscono anche che SARS-CoV-2 ricorda i coronavirus che causano il comune raffreddore e possono continuare a circolare “anche se i pazienti hanno acquisito l’immunità naturale o tramite vaccinazione”, hanno detto.

Written by Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

editoriale italiano

Bell Chair, bella, riciclata e riciclabile

editoriale italiano

E’ morto Jack Sherman, ex chitarra dei Red Hot Chili Peppers