in , ,

In India la situazione é infernale

editoriale italiano

L’ondata di casi, attribuita a una nuova variante del virus e al governo che ha consentito che si svolgessero eventi pubblici, ha visto altre 330.000 nuove infezioni e 2.000 decessi segnalati solo nelle ultime 24 ore.
Nel frattempo é stato segnalato l’ultimo di una serie di incendi negli ospedali. Scoppiato alla periferia di Mumbai questa mattina presto. Ora l’incendio é domato, ma si contano i morti.
“C’erano 17 pazienti all’interno quando è scoppiato un incendio nella terapia intensiva del Vijay Vallabh Hospital, di cui 13 sono morti e quattro sono stati spostati in altre strutture”, ha detto il funzionario dei vigili del fuoco Morrison Khavari.
Il sistema sanitario indiano ha sofferto a lungo di finanziamenti insufficienti e il nuovo focolaio di Covid ha visto carenze enormi di ossigeno, farmaci e letti d’ospedale.
All’inizio di questa settimana, 22 pazienti con Covid-19 sono morti in un altro ospedale nello stesso stato del Maharashtra quando la fornitura di ossigeno ai loro ventilatori è stata interrotta da una perdita.
La situazione é molto più che drammatica si parla di condizioni lavorative infernali. Il numero dei contagi aumenta così come il numero dei ricoveri e non ci sono medicinali a sufficienza per curare i malati.
E’ sempre più frequente in tutta l’India individuare luoghi dove si appiccano fuochi per incenerire cadaveri in massa.

Written by Miriam Parodi

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

editoriale italiano

Un Napoli da spettacolo abbatte una Lazio insicura

editoriale italiano

La NASA ha prodotto ossigeno su Marte