in ,

Sparatoria in Colorado, 10 morti

editoriale italiano

Una sparatoria in un supermercato di Boulder in Colorado ha ucciso 10 persone nel pomeriggio di ieri, tra cui un agente di polizia che è stato il primo a rispondere alla chiamata di emergenza, hanno detto le autorità.
La polizia ha arrestato un sospetto, ma non ha rivelato il suo nome o alcun dettaglio sulla sparatoria in una conferenza stampa serale in cui il capo della polizia di Boulder, Maris Herold, ha trattenuto a stento le lacrime.
Gli investigatori avevano appena iniziato a esaminare le prove e le interviste ai testimoni e non avevano dettagli sul motivo della sparatoria al negozio King Soopers a Boulder, che si trova a circa 40 chilometri a nord-ovest di Denver e sede dell’Università del Colorado, ha detto il procuratore distrettuale della contea di Boulder Michael Dougherty.
“Questa è una tragedia e un incubo per Boulder County”, ha detto Dougherty. “Queste erano persone che vivevano la loro tranquilla giornata, facendo la spesa. Prometto alle vittime e al popolo dello stato del Colorado che garantiremo giustizia “.
L’attacco è stato il settimo omicidio di massa quest’anno negli Stati Uniti, dopo la sparatoria del 16 marzo che ha provocato la morte di otto persone in tre centri di massaggi nell’area di Atlanta.
Il sospetto della sparatoria di ieri é un uomo bianco di mezza età, ritratto in questo frame mentre viene arrestato.

Written by Matteo Tinelli

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

editoriale italiano

Mentre l’Europa vaccina a singhiozzo, in UK fanno un record

editoriale italiano

Italia in ritardo cronico