in , , ,

Una nuova ondata di covid-19 sta mettendo in ginocchio la Nuova Zelanda

editoriale italiano

I neozelandesi stanno morendo a causa del Covid-19 a livelli record mentre il paese combatte una nuova ondata del ceppo Omicron che sta colpendo in particolare la popolazione anziana. I decessi per il virus hanno raggiunto il numero di 151 nei sette giorni fino al 16 luglio, rispetto ai 115 della settimana peggiore dell’ondata precedente, a marzo, secondo i dati del ministero della Salute.
Nelle ultime 24 ore, 26 persone sono morte a causa del COVID, tutte di età superiore ai 60 anni, ha affermato il ministero in una dichiarazione.
La sottovariante Omicron BA.5 sta guidando l’attuale ondata in Nuova Zelanda, che ha una popolazione di 5,1 milioni di persone. Ci sono stati 64.780 casi attivi negli ultimi sette giorni, anche se le autorità affermano che molte infezioni non sono state segnalate. Un tempo considerata un modello per prevenire l’infezione da COVID, la rapida risposta della Nuova Zelanda alla pandemia e il suo isolamento geografico l’hanno mantenuta in gran parte libera dal virus fino alla fine dello scorso anno.
Ma con la riapertura delle frontiere anche la Nuova Zelanda deve fare i conti con la realtà di una pandemia che non ha intenzione di risparmiare nessuno.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

editoriale italiano

In Georgia una donna arrestata cade dall’auto della polizia e muore

editoriale italiano

Firmato l’accordo sul grano tra Russia ed Ucraina