in , ,

Neozelandese Laurel Hubbard prima atleta transgender a competere alle Olimpiadi

Neozelandese Laurel Hubbard prima atleta transgender a competere alle Olimpiadi

La neozelandese Laurel Hubbard diventerà la prima atleta transgender a competere ai Giochi Olimpici dopo essere stata selezionata per la squadra di sollevamento pesi del suo paese.
43 anni, è tra i cinque sollevatori di pesi confermati oggi nella squadra della Nuova Zelanda per Tokyo 2021.
Ha sollevato 185 kg in due sollevamenti sulla strada per le qualifiche nella divisione dei pesi massimi femminili e sarà la sollevatrice di pesi più anziana dell’evento.
Hubbard, che ha gareggiato in eventi maschili fino al 2012 e sarà quarto nella competizione nella categoria 87kg e oltre, che inizierà il 2 agosto.
La sollevatrice di pesi ha vinto l’argento ai Campionati del mondo 2017 e l’oro ai Giochi del Pacifico del 2019 a Samoa, dopo aver riportato una frattura al braccio ai Giochi del Commonwealth del 2018 in Australia.
Reagendo alla notizia della sua selezione per Tokyo, ha detto: “Sono grata della gentilezza e dal sostegno che mi è stato trasmesso da così tanti neozelandesi.
“Quando mi sono rotta un braccio ai Giochi del Commonwealth tre anni fa, mi è stato detto che la mia carriera sportiva era probabilmente giunta alla fine.
La selezione di Hubbard ha generato dibattiti e controversie, ma ha soddisfatto tutti i requisiti stabiliti dai regolamenti del Comitato Olimpico Internazionale (CIO) per gli atleti trans e la competizione leale.
In base alle regole, le atlete trans possono competere nella categoria femminile dichiarando la propria identità di genere come donna e dimostrando un livello di testosterone totale inferiore a una misurazione specifica per almeno 12 mesi prima della loro prima competizione.
La politica del CIO afferma inoltre: “L’obiettivo sportivo prioritario è e rimane la garanzia di una concorrenza leale”.

Written by Miriam Parodi

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

editoriale italiano

Olimpiadi con il 50% della capienza e massimo 10 mila persone

Amazon Prime Day imperdibile, ma attenzione alle frodi

Amazon Prime Day imperdibile, ma attenzione alle frodi