in ,

Mastercard in USA non chiederà ai dipendenti di tornare in ufficio

editoriale italiano

In seguito alle misure di lockdown e di distanziamento sociale imposte dai governi per l’emergenza coronavirus, anche la sede americana di Mastercard ha dichiarato che inviterà i propri dipendenti a continuare il lavoro da casa almeno per un certo periodo.
Chi non potrà farne a meno ovviamente tornerà in ufficio seguendo sempre le nuove norme sul distanziamento e sulla prevenzione, con mascherina e guanti.
La maggior parte, che peraltro deve comunque affrontare anche la problematica di dover gestire i figli che in questo periodo non vanno a scuola, piuttosto che affrontare tratte di viaggio in treno o pullman abbastanza pesanti, possono, anzi sono invitati a farlo, considerare di continuare il lavoro da casa.
Non si tratta di una moda o di una trovata pubblicitaria, semplicemente in questo momento é la soluzione più ovvia che accontenta tutti.
In questo modo anche Mastercard si affianca alle dirette antagoniste Visa e American Express che già da qualche giorno hanno preso questa strada con i propri dipendenti.
Addirittura secondo molti managers che lavorano per Google, Apple, Visa, e molte altre compagnie importanti, il dopo-pandemia porterà al ritorno in ufficio del 30% del personale, il restante sarà in grado di lavorare tranquillamente da casa e sarà messo nelle condizioni di poter scegliere.

Written by Manuela Cigoli

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

editoriale italiano

Trovato il corpo di Shad Gaspard, scomparso da domenica

editoriale italiano

Locale di Tokyo spruzza disinfettante ai clienti all’ingresso