in , ,

Oltre 300 haitiani rispediti a casa dagli Stati Uniti

editoriale italiano

Più di 300 haitiani sono stati rimpatriati domenica dopo che gli Stati Uniti li hanno espulsi dal Texas, lasciando molti dei potenziali migranti demoralizzati e arrabbiati perché la loro ricerca di una vita migliore lontano dal loro paese era finita.
Gli agenti di frontiera statunitensi hanno iniziato a rimuovere gruppi di migranti per lo più haitiani durante il fine settimana da un grande campo dove si erano rifugiati che era stato allestito dopo che queste persone avevano attraversato il Rio Grande, il fiume che separa il Messico dallo stato americano del Texas.
Il vasto campo era sotto ad un ponte ha attirato più di 12.000 migranti a un certo punto, riempito da tende e teloni appesi a canneti. Le foto e i video di quel ponte hanno fatto rabbrividire gli americani e le hanno viste in tutto il mondo, ecco perché le autorità sono state spinte ad intervenire prontamente.
Poiché molti haitiani che erano arrivati dal lontano Brasile hanno cercato di chiedere alle autorità statunitensi di entrare nel paese e sfuggire alla povertà dilagante e alla violenza delle bande che affligge la nazione caraibica, ora questa mossa dell’amministrazione Biden sembra decisamente eccessiva.
All’aeroporto della capitale haitiana, tre voli con 327 haitiani di ritorno sono atterrati ieri dal Texas, secondo un funzionario statunitense a conoscenza della questione. Molti di loro all’arrivo hanno affermato che non è mai stato detto dove sarebbero stati portati.
“Ho lasciato Haiti per cercare un futuro migliore”, ha detto Stephanie, che ha rifiutato di fornire il suo cognome. Ha detto di essere stata portata da sotto il ponte da agenti statunitensi in una struttura di detenzione prima di essere caricata sul volo e riportata nel suo paese d’origine, senza nemmeno essere informata sulla destinazione.

Written by Thomas Longhi

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

editoriale italiano

In Inghilterra, un aereo passeggeri da 218 posti, vuoto, é stato usato per deportare una sola persona

editoriale italiano

Juventus – Milan quante poche certezze