in , ,

Gli Stati Uniti aprono le vaccinazioni dai 16 anni in su

editoriale italiano

Tutti negli Stati Uniti di età pari o superiore a 16 anni sono ora idonei per la vaccinazione COVID-19. Lo hanno dichiarato ieri i centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC).
Le persone di età pari o superiore a 16 anni che hanno condizioni mediche delicate che potrebbero aumentare il rischio di complicazioni gravi e pericolose per la vita a causa di un contagio da covid, dovrebbero essere tra quelle che usufruiranno di una corsia prioritaria per il vaccino.
La maggior parte degli stati in America ha già esteso le implementazioni del vaccino COVID-19 a persone di questa fascia di età. L’Alaska è stato il primo stato ad abbassare l’idoneità all’età di 16 anni ed è stato seguito a ruota dalla Georgia, dal Texas e dalla California.
All’inizio di aprile, il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, aveva ordinato agli stati di ampliare l’idoneità al vaccino alle persone di età pari o superiore a 18 anni entro il 19 aprile.
Secondo CDC, più della metà degli adulti statunitensi ha ricevuto almeno una dose di vaccino COVID-19. In Italia e mediamente in tutta Europa stiamo cominciando con gli over 60 e siamo terribilmente in ritardo.

Written by Manuela Paolini

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

editoriale italiano

Ritorno a scuola al 100% non può essere garantito in sicurezza

editoriale italiano

Ceferin e le parole verso Agnelli che colpiscono l’UEFA