in , ,

In Afghanistan escluse le ragazze dalla scuola secondaria

editoriale italiano

Le ragazze sono state escluse dal ritorno alla scuola secondaria in Afghanistan, dopo che i nuovi governanti talebani del paese hanno ordinato di tornare in classe solo ai ragazzi e agli insegnanti maschi.
Il gruppo islamista intransigente ha estromesso il governo appoggiato dagli Stati Uniti il ​​mese scorso, promettendo un tipo di governo più morbido rispetto al loro regno repressivo negli anni ’90, quando le donne erano per lo più bandite dall’istruzione e dal lavoro.
Ma il diktat del ministero dell’Istruzione è stata l’ultima mossa del nuovo governo contro i diritti delle donne nel paese.
“Tutti gli insegnanti e gli studenti maschi dovrebbero frequentare le loro istituzioni educative”, ha detto una dichiarazione prima della ripresa delle lezioni di oggi.
La dichiarazione, rilasciata nella tarda serata di venerdì, non fa menzione di insegnanti donne o alunne.
Le scuole secondarie, con studenti tipicamente di età compresa tra 13 e 18 anni, sono spesso segregate per sesso in Afghanistan. Durante la pandemia di Covid-19, hanno subito ripetute chiusure e sono state chiuse in maniera definitiva da quando i talebani hanno preso il potere.
Da quando un’invasione guidata dagli Stati Uniti ha cacciato i talebani nel 2001, sono stati compiuti progressi significativi nell’istruzione delle ragazze, con il numero di scuole triplicato e l’alfabetizzazione femminile quasi raddoppiata al 30 percento, tuttavia, il cambiamento è stato in gran parte limitato alle città.
Le Nazioni Unite si sono dette “profondamente preoccupate” per il futuro della scuola femminile in Afghanistan.
“È fondamentale che tutte le ragazze, comprese le ragazze più grandi, siano in grado di riprendere la loro istruzione senza ulteriori ritardi. Per questo, abbiamo bisogno di insegnanti donne che riprendano l’insegnamento”, ha affermato l’UNICEF, l’agenzia delle Nazioni Unite per l’infanzia.
Le scuole primarie sono già state riaperte, con ragazzi e ragazze che frequentano per lo più classi separate e alcune insegnanti donne che tornano al lavoro.
Il nuovo regime ha anche permesso alle donne di frequentare università private, sebbene con dure restrizioni sui loro vestiti e sui loro movimenti.

What do you think?

182 Points
Upvote Downvote

Written by Marianna Longoni

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

editoriale italiano

Google Maps utilizzato per confermare un soggetto su una scena del crimine

editoriale italiano

Il governo di Shanghai permetterà di vendere prodotti duty-free