in , , ,

Quotidiano pro-democrazia a Hong Kong vende 500 mila copie

Quotidiano pro-democrazia a Hong Kong vende 500 mila copie

Il quotidiano pro-democrazia di Hong Kong Apple Daily oggi ha aumentato la sua tiratura a 500.000 copie poiché i residenti hanno mostrato sostegno alla libertà di stampa un giorno dopo che la polizia ha arrestato cinque importanti redattori e dirigenti e ha congelato 2,3 milioni di dollari di beni con l’accusa di sicurezza nazionale.
Il raid negli uffici del giornale seguito dagli arresti di giovedì ha segnato la prima volta che l’ampia legge sulla sicurezza nazionale, che Pechino ha imposto a Hong Kong lo scorso anno, è stata usata contro i media, uno dei simboli delle libertà civili nella città semi-autonoma come non ne esistono altre in Cina.
La polizia ha affermato che gli editori sono stati arrestati con l’accusa di collusione straniera per mettere in pericolo la sicurezza nazionale, sulla base di oltre 30 articoli in cui le autorità hanno affermato vengono chieste sanzioni internazionali contro la Cina e Hong Kong.
Con le proteste anti-governative messe a tacere, la maggior parte degli attivisti pro-democrazia di spicco della città si trovano ora in prigione e molti altri in fuga all’estero, le copie del quotidiano nel frattempo sono andate a ruba.

Written by Manuela Cigoli

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Non lasciamo il calcio in mano ai procuratori

Kim Jong-Un pronto al confronto con gli Stati Uniti

Kim Jong-Un pronto al confronto con gli Stati Uniti