in , ,

Melbourne e tutto lo stato di Victoria si apprestano ad alleggerire le misure anti covid

editoriale italiano

Gli abitanti di Melbourne saranno ancora una volta in grado di socializzare all’aperto mentre lo stato di Victoria si avvicina a un obiettivo chiave di vaccinazione contro il Covid del 70% delle persone di età superiore ai 16 anni che hanno ricevuto una prima dose.
Dalle 23:59 di venerdì, saranno consentiti picnic all’aperto e attività ricreative con un’altra persona indipendentemente dal loro stato di vaccinazione, o cinque adulti di due famiglie se tutti sono completamente vaccinati, così come le persone a carico.
Il tempo consentito all’esterno raddoppierà da due a quattro ore e anche la distanza da percorrere da casa raddoppierà a 10 chilometri. Il coprifuoco rimarrà in vigore.
“Sappiamo che questo è ciò che la comunità brama… essere in grado di vedere le persone che amano e di cui si prendono cura”, ha detto il premier del Victoria, Daniel Andrews.
“Questi tre passaggi sono… al di là di ciò che avevamo indicato che avremmo realizzato. Sono cambiamenti modesti, ma sono significativi e sono sicuro che le persone si avvarranno di quelle opzioni, opzioni che non sono state sicure e sono state negate alla comunità da molte settimane ormai”.
Sempre dalle 23:59 di venerdì, due persone potranno allenarsi all’aperto con un personal trainer, riapriranno gli skatepark e le attrezzature ginniche comunali e l’assistenza domiciliare per i bambini in età scolare sarà estesa alle famiglie con uno o più lavoratori autorizzati.
Fino a cinque persone potranno frequentare un luogo di intrattenimento o una struttura ricreativa fisica ai fini della trasmissione di uno spettacolo, una lezione o un concerto e le ispezioni immobiliari torneranno su appuntamento, a condizione che la proprietà sia libera al momento dell’ispezione.
Nella regione Victoria, esclusa Ballarat, le palestre e le piscine all’aperto e al coperto, compresa l’idroterapia, riapriranno con limiti di densità in vigore e gli autobus turistici torneranno in modo limitato. Le terme, le saune e i bagni turchi rimarranno chiusi.
Le vaccinazioni diventeranno obbligatorie nel settore edile dopo la continua preoccupazione per la trasmissione in corso nei luoghi di lavoro e nelle sale da tè, con le prime dosi da somministrare entro giovedì 23 settembre.

What do you think?

182 Points
Upvote Downvote

Written by Miriam Parodi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

editoriale italiano

La mattanza di delfini e balene alle Isole Faroe sconcerta il mondo intero

editoriale italiano

A rischio le vacanze invernali ai Caraibi, in Albania, Kosovo e Serbia