in , ,

Segnalate diverse vittime dopo ore di scontri a fuoco a Beirut

editoriale italiano

Sono state segnalate vittime dopo ore di scontri a fuoco nella capitale libanese di Beirut, a seguito delle richieste guidate da Hezbollah e dai loro alleati per rimuovere il giudice che ha condotto le indagini sulla massiccia esplosione portuale dello scorso anno.
Almeno sei persone sono state uccise e 30 ferite negli scontri in corso nel distretto di Tanouyeh dopo che i manifestanti si sono radunati davanti al Palazzo di Giustizia di Beirut, secondo la Croce Rossa libanese, che ha inviato sei squadre per assistere i feriti e trasportarli negli ospedali locali.
I video che circolano sui social media hanno mostrato uomini armati che si scontrano per le strade con fucili d’assalto, folla in fuga e bambini che si rifugiano nelle scuole della città. Secondo il gruppo sciita Hezbollah, i manifestanti pacifici sono stati presi di mira dal fuoco dei cecchini prima che scoppiassero gli scontri.
L’esercito libanese ha avvertito i cittadini di tornare a casa e di non uscire sino a che la situazione non sarà tornata alla normalità, avvertendo anche che chiunque venga trovato armato per strada rischia di essere ucciso.

Written by Marianna Longoni

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

editoriale italiano

Ricercatori cercano migliaia di persone per individuare i trichechi dalle immagini satellitari

editoriale italiano

Trovato vapore acqueo sulla luna Europa di Giove