in , ,

Sei dipendenti del dipartimento di polizia fanno causa alla città di Los Angeles

editoriale italiano

Sei dipendenti del dipartimento di polizia di Los Angeles stanno facendo causa alla città per il mandato sul vaccino e le mascherine, sostenendo che viola il loro diritto costituzionale alla privacy. Il gruppo di dipendenti ha anche citato in giudizio il capo della polizia di Los Angeles Michael Moore e il sindaco di Los Angeles Eric Garcetti, che il 27 luglio hanno imposto a tutti i dipendenti della città di essere vaccinati o di sottoporsi a test COVD-19 settimanali.
La causa sostiene che il mandato del vaccino ignora gli studi sull’immunità COVID-19 dagli anticorpi e che la città non fornisce un modo per le persone che si sono riprese dal COVID-19 per mostrare i risultati dei test sugli anticorpi.
Secondo i documenti del tribunale, molti dei dipendenti coinvolti nella causa hanno anticorpi, il che indica che potrebbero avere un certo livello di protezione contro il virus.
Tuttavia, i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie affermano che tutte le persone idonee dovrebbero essere vaccinate indipendentemente dalla precedente infezione da COVID-19 o dal test positivo.
La ricerca non ha ancora dimostrato per quanto tempo sei protetto dall’avere di nuovo il COVID-19 dopo esserti ripreso dal COVID-19 e le prove mostrano che le persone ottengono una protezione migliore essendo completamente vaccinate rispetto a chi ha avuto COVID-19.
Tuttavia, la causa sostiene che la città non dovrebbe imporre i vaccini, anche se si sono dimostrati sicuri ed efficaci. La causa sostiene che più supervisori hanno minacciato “azioni rapide” contro coloro che non si vaccinano, un avvertimento che “le esenzioni mediche saranno difficili da ottenere in base alla scienza”.
La causa sostiene che “oltre al requisito di test settimanali intrusivi”, la città richiede anche mascherine, distanza fisica e formazione sui vaccini COVID-19 “solo per i dipendenti che non sono vaccinati, parzialmente vaccinati o non dichiarati”.
I dipendenti coinvolti nella causa affermano che l’ordine della città “cerca ulteriormente di mettere in imbarazzo, umiliare, vergognare e privare la libertà delle persone che rifiutano di dichiarare il loro stato di vaccinazione richiedendo al querelante di trattarli come non vaccinati e imporre test, mascherine e altre misure punitive.”

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Fujifilm X100V recensione di Joey Shaw

Fujifilm X100V regala emozioni fotografiche d’altri tempi

editoriale italiano

SpaceX prepara il primo viaggio di 3 giorni di civili nello spazio