in , ,

Date a Pirlo ciò che é di Pirlo

editoriale italiano

La Juve traballa, rischia il crollo, ma si salva grazie ad un rigore parato da Buffon su Berardi e ad una prestazione da squadra di qualità di quasi tutto l’organico.
La partita vinta con il Sassuolo ieri sera ha fatto capire alla Juventus che il problema non é Pirlo.
Semmai una frammentazioni di progetti dall’addio di Allegri in poi che ne hanno snaturato l’identità.
Un tecnico fa una squadra e la gestisce in base proprio alla sua idea di gioco. Ebbene prima Sarri e poi Pirlo non hanno potuto fare nulla di tutto questo. Non sono i loro uomini, se li sono trovati sul tavolo ed hanno dovuto fare miracoli per metterli insieme.
Se chiedevate a Sarri cosa farne di questa rosa ne avrebbe cambiata almeno la metà per raggiungere la sua idea di gioco, se lo chiedete a Pirlo avrete la stessa risposta.
Ecco perché la Juve traballa ma non é colpa di Pirlo e delle sue idee di gioco. E chi le ha mai viste? A sprazzi forse qualcosina si intravisto, ma non c’é mai stata la libertà totale di esprimere quello che era nella sua testa.
Ecco dunque scovato l’errore di una Juve approssimativa, senza testa e senza concentrazione. Una Juve in grado ancora oggi di dominare una partita ma che troppo spesso fatica persino a scendere in campo. Sono paradossi ma questa é la situazione reale.
Pirlo non ha sbagliato, non ha fatto alcuna scelta tecnica, non ha deciso alcun acquisto o vendita a parte Douglas Costa e Higuain ad inizio stagione che erano da mettere alla porta.
Questa non é la Juve di Pirlo, per questo non é giusto condannarlo. La rivoluzione in casa Juventus ci sarà ed é inevitabile dopo una stagione come questa. Ben venga a questo punto però proprio su Andrea Pirlo ci sarebbe da investire. Mantenendolo come allenatore e comprando solo gli uomini che servono al suo gioco, alla sua idea di calcio e sacrificando tutti coloro, nessuno escluso, che non rientrano in queste idee.
Quando la società Juventus comprenderà che la figura moderna di allenatore prevede una grossa fetta decisionale in fase di mercato, allora sarà in grado di uscire da questa fase di tentativi fatti a spanne che produrranno solo effetti negativi.

Written by Giuseppe Galli

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

editoriale italiano

Mosso dalla gelosia l’assassino di Colorado Springs

editoriale italiano

M5S batti un colpo se ci sei