in , ,

L’Inghilterra fa i conti con alcuni dei suoi fans razzisti e ignoranti

L'Inghilterra fa i conti con alcuni dei suoi fans razzisti e ignoranti

Verrebbe da chiedersi che se questa é l’Inghilterra da cui noi tutti dovremmo prendere spunto… allora é un bene persino che abbia lasciato l’Europa con la sua scodata a forma di Brexit.
Esiste un limite oltre il quale l’ignoranza non dovrebbe mai spingersi. Ebbene ieri a Londra, molte ore prima del fischio d’inizio e per molte ore dopo questo limite é stato superato abbondantemente, con gente ubriaca che lanciava di tutto e sniffava cocaina di fronte alle telecamere e gente ignobile che alla fine ha espresso commenti razzisti su alcuni giocatori inglesi.
Il tifo inglese non é nuovo a queste forme stupide e ignoranti. Sappiamo tutti che gli inglesi non sono così, ma sappiamo anche che, come accaduto in passato, il miglior modo per gestire questa situazione é intervenire con prontezza e fermezza proprio per tutelare quella stragrande maggioranza di cittadini inglesi che prendono le distanze da tutto questo.
Il calcio non ha nulla a che fare con tutto questo. Ma se la storia, come accaduto in questa ennesima occasione, tarda a ricordare ad alcuni inglesi come si assiste e si partecipa ad un evento sportivo, allora sarebbe opportuno che dentro o fuori dall’Europa il governo inglese possa dare un esempio concreto.
Comunque sia l’Inghilterra anche se ha perso la finale a Wembley ha dato dimostrazione di un calcio concreto e che lascia ben sperare per il futuro. Tutto il contrario di quanto visto negli ultimi decenni. Se poi vogliamo considerare che non era certo tra le favorite, sarebbe bello almeno riconoscere il risultato ottenuto.
Da qui far passare il messaggio di razzisti ed ubriachi al resto del mondo, la strada é lunga.

Written by Manuela Paolini

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

L'Italia dei sognatori ha vinto gli europei

L’Italia dei sognatori ha vinto gli europei

Hotel di Tokyo si scusa per i cartelli "solo giapponesi" e "solo stranieri" davanti agli ascensori

Hotel di Tokyo si scusa per i cartelli “solo giapponesi” e “solo stranieri” davanti agli ascensori