in , , ,

Donald Trump ha invocato il quinto emendamento per non rispondere alle domande

editoriale italiano

Donald Trump ha affermato di aver invocato il quinto emendamento per non dover rispondere alle domande sotto giuramento nella lunga indagine civile di New York sui suoi rapporti d’affari.
L’ex presidente degli Stati Uniti è arrivato negli uffici del procuratore generale di New York, Letitia James, in un corteo di automobili poco prima delle 9 di ieri.
Più di un’ora dopo ha affermato di “rifiutarsi di rispondere alle domande in base ai diritti e ai privilegi concessi a ogni cittadino dalla Costituzione degli Stati Uniti”.
Qualsiasi cosa avesse detto durante la deposizione avrebbe potuto essere usata contro di lui in un procedimento penale.
Sebbene l’indagine della signora James sia di natura civile, il procuratore distrettuale di Manhattan ha avviato anche un’indagine penale parallela.
Il quinto emendamento sancisce il diritto di una persona a non essere “costretta in ogni causa penale a testimoniare contro se stessa”.
Nel senso più diretto, ciò significa che gli imputati criminali non devono fornire prove schiaccianti nei propri casi.
Una volta lo stesso Trump aveva definito il quinto emendamento “una scorciatoia per i perdenti”.

What do you think?

182 Points
Upvote Downvote

Written by Miriam Parodi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

editoriale italiano

Arnaud Jerald batte il record mondiale di immersione scendendo a 120 metri

editoriale italiano

Disney ha superato Netflix come numero di clienti in streaming