in , ,

Facebook rimuove centinaia di account denigratori verso i vaccini Pfizer e AstraZeneca

editoriale italiano

Facebook ha dichiarato ieri di aver rimosso centinaia di account collegati a una misteriosa agenzia pubblicitaria operante fuori dalla Russia che cercava di pagare gli influencers dei social media per colpire i vaccini contro il Covid-19 prodotti da Pfizer e AstraZeneca.
Una rete di 65 account Facebook e 243 account Instagram è stata fatta risalire a Fazze, società di pubblicità e marketing che opera in Russia per conto di un cliente sconosciuto.
La rete ha utilizzato account falsi per diffondere affermazioni fuorvianti che denigrano la sicurezza dei vaccini Pfizer e AstraZeneca.
Uno di questi aveva persino affermato che il vaccino di AstraZeneca avrebbe trasformato una persona in uno scimpanzé.
Gli account falsi hanno preso di mira il pubblico in India, America Latina e, in misura minore, negli Stati Uniti, utilizzando diverse piattaforme di social media tra cui Facebook e Instagram.
La rete Fazze ha anche contattato gli influencer dei social media in diversi paesi con offerte di pagamento per ripubblicare i contenuti fuorvianti. Quel piano si è ritorto contro quando influencers in Germania e Francia hanno resa pubblica l’offerta ricevuta alla rete.
Oltre a rimuovere gli account della rete, Facebook ha anche bandito Fazze dalle sue piattaforme.

Written by Manuela Cigoli

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

editoriale italiano

Messi tutto sorrisi, ha dimenticato in fretta le lacrime di Barcellona

editoriale italiano

Eutanasia, 370 mila firme e da oggi anche opzione digitale