in , ,

Ragazza sbranata da una tigre in un parco safari in Cile

editoriale italiano

Una giovane donna è stata sbranata a morte da una tigre in un parco safari dopo che i colleghi non hanno fatto in tempo a dirle che la porta della gabbia della tigre che stava pulendo era stata lasciata aperta.
Catalina Ibarra, 21 anni, laureata in ecoturismo, è stata uccisa dal felino al Safari Rancagua nell’omonima città cilena centrale venerdì scorso.
Catalina, 21 anni, stava lavorando al parco safari come ogni giorno ed è stata mandata a svolgere compiti di pulizia quando si è verificato l’attacco fatale.
La tigre è saltata sulla ragazza, le ha morso il collo e la giovane è morta sul colpo, secondo i rapporti.
Secondo il suo collega Leonardo Maluenda, non le è stato detto che la porta della gabbia della tigre fosse ancora aperta.
Leonardo ha anche detto ai giornalisti: “La cosa più strana è che ti dicono di stare attento se vai a pulire lì perché la tigre è sempre libera, ma evidentemente non l’hanno avvertita”.
Il direttore amministrativo e finanziario del parco, Antonio Rojas, ha affermato che un gruppo di lavoratori aveva deliberatamente sbloccato la gabbia delle tigri andando contro il protocollo.
Catalina era incaricata della pulizia e della manutenzione del parco safari, dove lavorava da oltre due anni, e occasionalmente faceva visite guidate alle famiglie.
Nessuno dei suoi compiti prevedeva il contatto diretto con nessuno degli animali, secondo la struttura, che ora è indagata per possibile negligenza.

Written by Marianna Longoni

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

editoriale italiano

Presunta vittima di abusi accusa il principe Andrew

editoriale italiano

Afghanistan, si fatica a capirne il senso