in , ,

Dzeko verso l’Inter

editoriale italiano

Edin Dzeko ha detto sì all’Inter e ad un contratto che per 5,5 milioni di euro l’anno lo terrà legato ai nerazzurri sino al 2023. Ecco dunque il primo nome in sostituzione di Lukaku che già nella giornata di oggi potrebbe essere ufficializzato.
C’é fretta di chiudere, mancano solo 15 giorni all’inizio del campionato e se entro domani si vuole lasciare andare Lukaku a Londra, entro oggi si deve mettere sul tavolo almeno il primo nome dei 2 che dovrebbero sostituirlo.
Non un nome da poco, un nome forte e importante, con qualità di gioco di primissimo livello, anche se per 5,5 milioni a stagione si poteva puntare anche su qualcuno ben più giovane in prospettiva futura.
L’Inter deve capire che va bene accettare la proposta del Chelsea, lo avremmo fatto tutti, ma in sostituzione si dovrebbe correre ai ripari con nomi forti ma quanto meno in ottica futura. Dzeko va bene, come sostituzione di una prima punta titolare per la quale aspettiamo di sapere il nome una volta che Lukaku avrà firmato per il Chelsea.
Anche perché ad Inzaghi bisogna quanto meno garantire una rosa in poche ore ormai, o davvero diventa un’impresa impossibile mettere insieme una squadra in soli 15 giorni.
Si tratta di programmazione che come per tutte le grandi aziende é fatta di scelte, che però devono prevedere le opzioni come perdere ottimi elementi e poterli sostituire all’istante. Questo si fa nelle grandi aziende, senza remore, senza sentimentalismi di nessun genere. Se il peso della maglia non conta più in un calcio sempre più legato solo ai soldi, allora che la programmazione aziendale sia passata nelle mani di chi sa gestire le aziende. Altrimenti si rischia di ridicolizzare il sistema calcio.

Written by Thomas Longhi

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

editoriale italiano

Dazn, Amazon, Sky, c’é bisogno di chiarezza

editoriale italiano

Presunta vittima di abusi accusa il principe Andrew