in , , ,

Il governo federale americano sta radunando con gli elicotteri alcuni degli 82 mila cavalli selvatici che vivono liberi

editoriale italiano

Il governo federale americano sta radunando alcuni degli 82.000 cavalli selvaggi che vivono su terreni pubblici in dieci stati occidentali. Quest’anno l’ufficio, noto come BLM, ha il compito di ridurre le mandrie di cavalli selvatici e asini a 20.000. Il modo in cui questa operazione viene portata avanti non piace però a molti. Si usano elicotteri per spaventare e costringere i cavalli in una direzione e questo può essere in alcuni casi molto pericoloso per i cavalli, persino mortale.
Jeff Fontana lavora con il Federal Bureau of Land Management da oltre 30 anni, aiutando a prendersi cura dei cavalli selvaggi americani.
“Gli elicotteri sono un modo sicuro ed efficiente per spostare un gran numero di animali attraverso un paesaggio”, ha detto Fontana.
È un inseguimento che può durare miglia poiché l’elicottero scende su un gruppo di cavalli e li intrappola in un’area. Secondo Fontana, è relativamente sicuro per i cavalli, anche se talvolta non é un mistero che qualche cavallo si faccia male nella fuga.
Jason Lutterman lavora per il Wild Horse and Burro Program, che quest’anno sta effettuando 46 rastrellamenti nell’ovest. Ha detto che è essenziale mantenere le mandrie delle giuste dimensioni per garantire che ci siano cibo e acqua sufficienti per tutti.
“I cavalli selvatici aumentano del 15-20% all’anno se non fossimo qui per gestire quella crescita, le mandrie continueranno a crescere e alla fine degraderanno la terra abbastanza da finire senza cibo e acqua”, ha detto Lutterman.
“Il nostro obiettivo è gestire mandrie sane su terreni pubblici sani. E quindi, il modo in cui possiamo farlo è assicurarci che ci siano risorse sufficienti qui per la sopravvivenza di questi animali”, ha affermato.
Il BLM gestisce 26,9 milioni di acri di terra. È stato istituito negli anni ’40 per sorvegliare e preservare le terre federali e affittarle per il pascolo redditizio del bestiame. Ma quando i mustang selvatici hanno iniziato a essere cacciati, il Congresso ha approvato il Wild Free-Roaming Horses and Burros Act nel 1971 per proteggere loro e la terra in cui vivono.
Ma l’uso degli elicotteri come un modo per radunare i cavalli selvaggi è controverso, con alcuni che lo definiscono inopportuno.
La deputata del Nevada Dina Titus ha avviato una revisione formale di ciò che sta facendo il BLM dopo che si è preoccupata se i cavalli fossero stati radunati nel rispetto degli stessi.
“L’incarico del governo, del BLM, è di gestire umanamente e non c’è niente di umano in quello che sta succedendo”, ha detto.
Le immagini degli attivisti che hanno seguito alcune di queste retate non lasciano spazio all’interpretazione. L’utilizzo degli elicotteri per radunare i cavalli é un metodo barbaro che traumatizza i cavalli e spesso causa incidenti.

What do you think?

182 Points
Upvote Downvote

Written by Thomas Longhi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

editoriale italiano

Vulcano in Islanda torna in vita dopo una serie di terremoti nella zona

editoriale italiano

La Cina annuncia nuove esercitazioni militari intorno a Taiwan