in , ,

Anche a Sealand richiedono il test covid per l’ingresso

editoriale italiano

Sealand è una massiccia piattaforma di metallo e cemento nel Mare del Nord che è stata gestita come una micronazione indipendente a dispetto del governo del Regno Unito negli ultimi 54 anni.
Ma anche a Sealand, a circa 11 chilometri al largo della costa del sud-est dell’Inghilterra, i visitatori devono mostrare un test Covid-19 negativo prima di essere issati sul ponte.
“Abbiamo zero casi di Covid”, dichiara con orgoglio Liam Bates, uno degli autoproclamati “principi” di Sealand.
“Al momento penso che siamo uno dei pochi paesi al mondo che può effettivamente dirlo”, ha detto alla stampa.
Sealand, un’ex piattaforma antiaerea costruita in cima a due torri cave di cemento, doveva essere demolita dopo la seconda guerra mondiale poiché era al di fuori delle acque del Regno Unito.
Ma quando ciò non accadde, il nonno di Bates, Roy, un uomo d’affari con attività nella pesca, prese il potere e dichiarò l’indipendenza.
Il Principato di Sealand è nato nel 1967, con una propria costituzione, una bandiera nazionale e persino un inno nazionale.
Da allora l’ex fortificazione spazzata dal vento è sopravvissuta a un tentativo di “colpo di stato”, a un’impresa di archiviazione dati crollata e a un incendio catastrofico ed oggi é meta turistica per centinaia di persone ogni anno.

Written by Thomas Longhi

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

editoriale italiano

La CNN ha licenziato Chris Cuomo

editoriale italiano

La NASA ha selezionato 10 nuovi astronauti per le missioni sulla Luna e su Marte