in , ,

Singapore autorizza il Boeing 737 Max a tornare a volare

editoriale italiano

L’autorità di regolamentazione dell’aviazione di Singapore ha dichiarato che approverà il ritorno in servizio del Boeing 737 MAX più di due anni dopo la forzata messa a terra dell’aereo, diventando l’ultimo paese della regione Asia-Pacifico a farlo.
L’approvazione si basa su operatori tra cui Singapore Airlines Ltd che rispettano le direttive sull’aeronavigabilità e i requisiti aggiuntivi per la formazione dell’equipaggio di condotta, ha affermato l’Autorità per l’aviazione civile di Singapore in una nota.
Singapore ha messo a terra il 737 MAX nel marzo 2019 a seguito di due incidenti mortali. L’approvazione per il suo ritorno arriva mesi dopo che il modello è tornato in servizio negli Stati Uniti e in Europa e segue la revoca più recente degli ordini di messa a terra in altri paesi, tra cui Australia, Fiji, Giappone, India e Malesia.
La Cina è il più grande mercato della regione che deve ancora approvare il ritorno del 737 MAX, sebbene Boeing il mese scorso abbia condotto voli di prova nel paese.
Singapore Airlines ha sei 737 Max e prevede di prenderne in consegna altri otto nell’anno finanziario che si concluderà il 31 marzo 2022, ha dichiarato il vettore in una presentazione a maggio.
Singapore Airlines ha anche fatto sapere che continuerà a lavorare a stretto contatto con CAAS e altri regolatori pertinenti nelle prossime settimane per soddisfare i requisiti per riportare in servizio i suoi aerei 737 MAX.

Written by Davide Foschi

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

editoriale italiano

Quattro persone morte, tra cui un bambino, durante una sparatoria in Florida

editoriale italiano

La guerra civile tra talebani e combattenti del Panjshir favorirà il ritorno del terrorismo