in , ,

Lukaku verso il Chelsea per 115 milioni di euro

editoriale italiano

Esistono due modi di fare mercato. Il primo quello più classico che riguarda i giocatori al di sotto di una certa soglia per i quali il mercato consente trattative ad alternanza che poi sulla base anche della volontà del giocatore vengono definite. Le seconde che non é dato sapere, riguardano i pochi eletti giocatori al di sopra di questa soglia della decenza che si muovono, a ragione, solo per cifre mostruose.
E’ questo il caso di Lukaku. Il Chelsea ha piazzato il colpo nei giorni scorsi, con una base di partenza enorme ed una contropartita buttata sul tavolo giusto per far capire sino a dove potrebbe spingersi. Impossibile rifiutare, accettando o meno la contropartita. L’offerta di partenza é di 105 milioni di euro, che con la contropartita raggiungerebbe i 130 milioni di euro. Chiunque vacillerebbe, chiunque accetterebbe e chiunque sano di mente porterebbe Lukaku di persona in macchina sino a Londra a firmare.
E’ il calcio moderno che riguarda solo pochi eletti a dire il vero, ma con la quantità di soldi che muove é normale che con certi giocatori, pochi peraltro, raggiunge cifre assurde.
Romelu Lukaku li vale tutti, soprattutto se paragonato alla maggior parte degli attaccanti in circolazione in questo momento. Per questo motivo il Chelsea vuole chiudere entro la settimana ed é pronto persino a togliere la contropartita dal tavolo e aggiungere soldi alla sua proposta.
Si potrebbe arrivare a 130 milioni, ma probabilmente a 110 o 115 si potrebbe chiudere ed é scontato che la compravendita sarà conclusa.
L’Inter ha bisogno di fare cassa, altrimenti non avrebbero senso i discorsi fatti negli ultimi 4 mesi. Antonio Conte lo aveva capito in anticipo. C’era il forte rischio di perdere un paio dei migliori uomini della squadra e questo avrebbe compromesso il suo percorso da allenatore all’Inter, dunque meglio levare le tende e cambiare posto.
La trattativa é entrata nel vivo, ma ormai lo abbiamo capito tutti, quando un imprenditore come Abramovich si mette in testa una cosa, difficilmente non se la porta a casa ed il Chelsea ha tutta l’intenzione di costruire una squadra da paura per fronteggiare al meglio il Manchester City in campo nazionale e il PSG in campo internazionale.

Written by Giuseppe Galli

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

editoriale italiano

Il vaccino protegge dal covid sino a 3 volte di più rispetto a coloro che non lo fanno

editoriale italiano

La velocista bielorussa che ha chiesto asilo ha lasciato Tokyo in direzione Vienna