in , , ,

Pogba terapia conservativa in vista mondiale

editoriale italiano

Il periodo di valutazione é terminato dal giorno dell’infortunio. La visita specialistica é stata fatta e le opzioni sul tavolo erano rimaste solo due. La prima, un’operazione che garantirebbe un recupero totale ma richiederebbe un periodo di stop di oltre due mesi a cui andrebbero aggiunte le settimane di ripresa.
Una seconda, una terapia conservativa che permette nel giro di 3 settimane di tornare in campo e riprendere gli allenamenti, ma nessuno può sapere quanto possa essere sufficiente.
Certo con un mondiale alle porte é normale che si sia valutata, vista l’entità dell’infortunio, la seconda opzione. Ma volendo vedere non é quella che garantisce il non doversi comunque operare in una seconda fase.
Ecco perché la Juventus torna sul mercato con prepotenza alla ricerca di un vice Pogba che potrebbe benissimo diventare per i prossimi 6 mesi una prima scelta, viste le condizioni del francese che saranno rivalutate di mese in mese e soprattutto dopo il mondiale.
Una soluzione che accontenta tutti. I tifosi che rivedranno il Polpo in campo ben presto; la Juventus che potrà riavere Pogba in campo già dalla sfida con la Salernitana probabilmente; infine e soprattutto Paul Pogba, che con questa opzione può permettersi di centellinare le condizioni fisiche in modo da poter affrontare Serie A e campionato del mondo nel migliore dei modi.

Written by Matteo Tinelli

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

editoriale italiano

Nuove restrizioni per l’élite russa tra cui Alina Kabaeva partner di Putin

editoriale italiano

Esercitazioni cinesi hanno violato lo spazio territoriale di Taiwan