in , , ,

Ronaldo prigioniero di se stesso

editoriale italiano

Una volta si usava dire “va dove ti porta il cuore”. Il calcio di oggi invece usa dire “va dove ti portano i soldi”. Le offerte per Cristiano Ronaldo sono arrivate eccome al Manchester United. Ma le pretese economiche di un giocatore che guadagna 5 volte quello che prende un giocatore qualsiasi non potevano essere soddisfatte da nessun club. Anche se di mezzo si é messo il suo stesso procuratore che ha provato a fare quei miracoli che sino al periodo prima pandemia riuscivano sempre, quelli di decidere il mercato.
Nel dopo pandemia le società di calcio hanno deciso di tagliare le gambe ai procuratori e al loro potere che stavano rischiando di distruggere il calcio soprattutto in Europa. Ecco dunque che Ronaldo questa volta é rimasto ingabbiato nei suoi stessi soldi, accettando di proseguire la sua terrificante esperienza a Manchester sponda United con il rischio di terminare la sua carriera nel modo peggiore possibile, da invisibile.
Ma il colpo di coda arriverà dal dopo Mondiale, con il mercato di gennaio in cui una soluzione alla panchina perenne prospettata in Inghilterra gli verrà offerta un’alternativa irrinunciabile in termini economici a suon di milioni, tanti milioni, in un Paese Arabo o in Cina. Così… tanto per restare fedeli a quel dio denaro che gestisce il calcio mondiale insieme ad uno dei giocatori di certo più forti di sempre.

What do you think?

182 Points
Upvote Downvote

Written by Giuseppe Galli

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

editoriale italiano

Arrestato l’uomo che ha tentato di uccidere la vicepresidente argentina Cristina Fernandez de Kirchner

editoriale italiano

Un cane poliziotto a Malpensa scova 1.4 milioni di cocaina in una sedia a rotelle