in , , ,

Presidente della Lukoil, contrario all’invasione dell’Ucraina, muore cadendo dal sesto piano

editoriale italiano

Il presidente del gigante petrolifero russo Lukoil, che insieme alla sua compagnia aveva criticato l’invasione dell’Ucraina, é morto dopo essere caduto dalla finestra del sesto piano di un ospedale di Mosca.
Ravil Maganov è morto in quello che le fonti definiscono un possibile suicidio dopo che il suo corpo è stato trovato sul terreno dell’elite Central Clinical Hospital di Mosca, secondo i notiziari russi.
Una dichiarazione di Lukoil afferma che Maganov “è morto dopo una grave malattia”, ma non ha fornito ulteriori informazioni.
Citando una fonte anonima delle forze dell’ordine, l’agenzia di stampa statale Tass ha riferito che Maganov si è suicidato dopo essere stato ricoverato in ospedale a seguito di un infarto. Il notiziario RBK ha anche riferito che la polizia stava indagando sulla morte del presidente come possibile suicidio.
Quando la Russia ha invaso l’Ucraina, il consiglio di amministrazione della Lukoil è stata una delle poche società a sollecitare una rapida fine del conflitto armato, definendolo una “tragedia” ed esprimendo simpatia per le sue vittime.

What do you think?

182 Points
Upvote Downvote

Written by andrea montelli

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

editoriale italiano

Il governo americano ha ordinato a Nvidia di bloccare l’esportazione in Cina di chip informatici

editoriale italiano

I vincitori del World Report Award 2022