in ,

Arancione rinforzato, rosso sbiadito, rosso sangue

editoriale italiano

A poche ore dal passaggio della Lombardia in zona arancione, il governatore Fontana ha dichiarato nuove zone in cui tra poche ore si passerà alla zona arancione rinforzata, o arancione scuro, chiamatela come preferite. Resta il fatto che la Lombardia da oggi é a due colore a chiazze potremmo dire.
Si parla di nuovo dpcm, di zone arancioni che diventano arancioni rinforzate e di zone rosse sbiadite che potrebbero diventare rosso sangue.
In definitiva non ci si capisce più nulla. Le regole vengono modificate in corso d’opera, il rispetto delle stesse é potenzialmente soggettivo e apre a centinaia di alternative che gli italiani hanno imparato ad usare in caso di necessità.
Il governo si scontra per la chiusura delle scuole anche per le zone arancioni e non solo quelle rosse. C’é chi dice che se si chiudono le scuole vanno chiusi anche i centri commerciali e come dargli torto?
Al tempo stesso nelle zone arancioni scuro chiudendo le scuole rimangono aperti solo gli asili nido… ma coloro che hanno 2 o 3 figli che vanno alle elementari, alle medie e magari uno al nido, come devono comportarsi? E’ rischioso per loro oppure no? Cosa dire al datore di lavoro che nella zona arancione resta aperto ma non é permesso raggiungerlo per i divieti di spostamento? Ah ecco, giusto, facciamo l’autocertificazione che in pratica ci solleva da ogni dubbio e responsabilità. Dunque peschiamo un paio di scuse buone e usiamole anche per i fatti nostri personali oltre che per il lavoro.
Alla fine, non ci stiamo capendo nulla, se non che i contagi aumentano, l’RT aumenta e la situazione sta per finire drammaticamente fuori controllo. Questo si, a differenza di quanto pensano al governo, lo abbiamo capito bene, non serve nasconderlo.
Ora sarebbe bello fare chiarezza. Un dpcm impostato 1 settimana fa non ha più alcun senso di esistere, lo scenario é cambiato troppo nel frattempo.
discutere su cosa aprire e quando serve ancora meno, sapendo che tra 1 settimana tutta la Lombardia e probabilmente persino il Piemonte saranno rosse. Se poi cominciamo a parlare di gradazioni di rosso e di arancione allora rischiamo per davvero un disastro.

Written by Thomas Longhi

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

editoriale italiano

Tom & Jerry sbancano al debutto

editoriale italiano

Liberate le 279 studentesse rapite in Nigeria