in , , ,

Il padre di Britney Spears ha chiesto 2 milioni di dollari per rinunciare alla tutela

editoriale italiano

Britney Spears e il suo nuovo avvocato affermano che il padre sta cercando di ottenere circa 2 milioni di dollari prima di dimettersi dall’autorità di tutela che controlla la sua vita e i suoi soldi, una mossa che paragonano a un’estorsione in un deposito giudiziario effettuato nella giornata di ieri.
Il documento presentato dall’avvocato Mathew Rosengart afferma che l’imminente scadenza contabile programmata della tutela, che James Spears dice di voler completare prima di dimettersi, significherà per lui pagamenti significativi.
“Britney Spears non verrà estorta”, afferma il documento. “Il palese tentativo del signor Spears di barattare la sospensione e la rimozione in cambio di circa 2 milioni di dollari, in aggiunta ai milioni già raccolti dalla proprietà della signora Spears dal signor Spears e dai suoi soci, è destinato a fallire.”
Il deposito è un supplemento alla petizione di luglio di Rosengart per conto di Britney Spears per la rimozione e la sospensione di James Spears, che sarà affrontata in un’udienza del 29 settembre.
Nella sua risposta, James Spears ha rivelato che aveva già pianificato di dimettersi dalla tutela di sua figlia, che ha controllato almeno in parte da quando è stata istituita nel 2008.
Ma James Spears non ha offerto alcun calendario per la sua partenza, dicendo che sarebbe arrivata solo dopo che diversi problemi persistenti, inclusa la prossima scadenza contabile, saranno stati risolti.
James Spears ha detto che avrebbe combattuto qualsiasi tentativo di costringerlo a uscire, che non c’erano motivi per farlo e che ha sempre agito solo nel migliore interesse di sua figlia.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

editoriale italiano

Tra covid e Afghanistan, Biden é già messo in dubbio

editoriale italiano

Will Smith rivela chi sarà i nuovo Fresh Prince of Bel Air