Se il calcio annoia quest’anno, ci pensano i motori a rienpire le nostre domeniche. E’ successo anche oggi ed é successo ancora anche con la Moto GP.
Un altro weekend da paura per Valentino sino al momento del via, poi, un’altra volta, una domenica perfetta quella del GP d’Argentina.
Ancora sul podio, al secondo posto a dettare una leggenda sempre più infinita.
Maverick Vinales vince ancora e dimostra il suo talento e la sua grinta in sella ad una Yamaha quasi perfetta.
Ma se da un lato ci gustiamo il nuovo nome in voga nella Moto GP, non possiamo non gioire del secondo posto assurdo di Valentino Rossi.
Ancora lui, ancora una volta.
I giorni prima della gara si perde per strada con tempi altissimi che lo costringono a partire da posizioni defilate in griglia. Poi però in gara arriva il miracolo e se corriamo il rischio di sottovalutare queste imprese da leggenda allora corriamo il rischio di non comprendere appieno quanto questo sport sia maledettamente difficile.
Ma ci hanno abituato male negli anni e soprattutto Valentino ci permette di credere ancora nei miracoli.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar