Dopo le dichiarazioni di Trump che hanno preceduto il summit del G7 in Canada in cui il presidente americano chiedeva che si potesse riportare al tavolo la Russia e tornare a formare il G8, sono arrivate le prime risposte dal Kremlino.
Dapprima abbastanza fredde e distaccate, per diventare poi in un secondo momento di apertura totale e disponibilità.
Si é già individuato un territorio che potremmo definire neutro, che potrebbe piacere a tutti e due i leaders: Vienna.
Si tratta di far coincidere una data che possa andar bene a tutti e due, ma non dovrebbe essere un grosso problema.
Di certo da oggi Washington e Mosca sono terribilmente più vicine e sulla strada di un nuovo dialogo internazionale che tutti stavamo auspicando.

Leave a Reply

Skip to toolbar