Il cardinale Pell sta per essere incriminato in Australia per reati sessuali. Ed il cardinale George Pell ricopre in Vaticano un incarico molto importante.
Probabilmente questa volta si é raggiunto il grado più alto di sempre per la chiesa cattolica in merito ad abusi sui minori. Precisiamo che si tratta per la maggior parte di atti compiuti anche oltre 40 anni fa e che per precisione di informazione le persone interessate sarebbero non solo minori (ai tempi a cui si riferiscono i fatti). Ma va precisato anche che si tratta di abusi sessuali di vario genere e natura.
Una brutta situazione per il Vaticano. Imbarazzante? Non più di tanto visto che negli anni si é appurato che almeno il 7% dei preti nel mondo abusa sessualmente di minori e nessuno ha mai mosso un dito.
Perché vedete, gli anni 70 sono passati da molto tempo.
Allora non esisteva internet e la gente aveva ancora paura del Vaticano e della benedizione per la vita eterna.
Oggi molte cose sono cambiate, il livello di intelligenza delle nuove generazioni ha portato ad alimentare un senso del dovere che necessità di verità piene e uniche, non di frasi fatte.
La notizia é noiosa, sempre la solita storia per la quale il Vaticano stesso ha sempre attuato la mossa di coprire, di mascherare, di nascondere, di rendere non vero persino il tangibile.
Immaginiamo la vergogna infinita di un Papa che dal suo pulpito ci insegna la vita, e possiamo crederci che lo faccia con entusiasmo e con trasparenza.
Ma mentre lui ci racconta cosa é bene e cosa é male, mentre lui ci dice cosa é giusto e cosa é sbagliato, alle sue spalle i suoi collaboratori si adoperano in quanto di più spregevole possa esistere in questa vita terrena, l’abuso sessuale sui minori.
Dunque le sue parole svaniscono nel nulla. Ieri hanno preso le prime pagine dei giornali, oggi la stessa cultura cattolica vacilla sotto i peso di cose che sappiamo da anni e che finalmente qualcuno ha il coraggio di rendere pubbliche.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar