Giacomo e Domenico Romelli sono due allevatori. Nel 2014 in Valcamonica uccisero a bastonate e sassate un cane.
La scena fu ripresa da un turista che passava per caso. Dalle immagini consegnate ai Carabinieri, i due allevatori, padre e figlio erano stati rintracciati e denunciati.
Ieri la Corte d’Appello ha dichiarato la loro non colpevolezza.
“Ho colpito il cane perché stava ringhiando contro mio figlio minore e ho dovuto scegliere tra l’animale e mio figlio», questo quanto dichiarato in fase di processo dal padre.
Peccato che le immagini raccontano una versione ben diversa, che riporta un accanimento feroce verso l’animale.
Una reazione tanto estrema, per quanto scaturita dalla paura, non può essere giustificata.

“La civiltà di un popolo si misura dal modo in cui tratta gli animali”
(M. Gandhi)

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Skip to toolbar