Diciamo che la prima volta non si scorda mai. Il neo eletto Presidente degli Stati Uniti é stato chiamato nei giorni scorsi dal Primo Ministro pakistano Nawaz Sharif al telefono per completare le congratulazioni di rito tra un neo eletto Presidente e i capi di Governo nel mondo.


Tutto per il meglio, se non fosse che oggi il portavoce del Primo Ministro pakistano fa sapere che Donald Trump ha definito il più importante uomo di governo pakistano un “tipo terrificante”.
La situazione tra i due governi non é proprio del tutto pacifica. Negli ultimi anni il Pakistan é stato pubblicamente accusato di aiutare e proteggere con il suo comportamento la crescita degli estremisti islamici nel Paese.
Naturalmente il Pakistan ha sempre negato e rimandato al mittente queste pesanti accuse.
L’ufficio di Sharif ha riportato pubblicamente parte della conversazione telefonica, probabilmente senza nemmeno chiederne l’autorizzazione a Washington, visto che di solito, trattandosi di comunicazioni governative ufficiali, dovrebbero restare segrete.
I due uomini si sono parlati a lungo e durante la conversazione Trump si é congratulato con Sharif per la sua reputazione e per il lavoro che sta svolgendo ed ha offerto pieno aiuto e appoggio per risolvere i problemi del suo Paese.
L’ufficio di Sharif non ha capito a quali problemi si rivolgesse il neo eletto Presidente, sa solo che nel parlare della sua reputazione lo ha definito un “tipo terrificante”.
Ora il punto rimane da giorni ormai. Dobbiamo giudicare Trump per le sue capacità a governare o per le sue capacità di comunicazione?
Perché per quanto ne sappiamo dovremmo giudicarlo per il lavoro svolto, per i risultati o i non risultati che potrà ottenere, ma non certo per il suo modo di comunicare, talvolta poco politici magari; ma forse il mondo ha deciso che é meglio pensare ai fatti ed alle persone capaci invece di giudicare se una comunicazione é politicamente corretta.
E’ arrivato il momento di scegliere se dare a Trump la fiducia che in fin dei conti si é guadagnato con il voto del suo Paese o decidere che il “politicamente corretto” degli anni scorsi é la sola cosa accettabile.
L’America, come il resto del mondo sono stanchi di ciò che é politicamente corretto. E’ arrivato il momento di dover dimostrare i risultati, di avere fatti concreti tra le mani.
Il politicamente vecchio sta cadendo ovunque nel mondo.

 

 

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar