Dopo accurate analisi finalmente si hanno i primi risultati. Tracce di esplosivo sono state rinvenute su alcune delle vittime del volo Egyptair partito da Parigi e finito nel Mediterraneo lo scorso Maggio.
Un’investigazione criminale avrà ora inizio visto che le prove di esplosivo sono state rinvenute e quello che sino ad oggi era solo un dubbio, adesso ha la sua conferma.


A questo punto possiamo definirlo come un attacco terroristico e non un incidente.
L’Airbus A320 si inabissò nel mare proprio mentre si preparava a sorvolare la costa Nord dell’Egitto, era il 19 maggio.
L’agenzia di investigazione governativa francese ha confermato che un incendio era scoppiato a bordo poco prima dell’impatto fatale nel mare e sono giunti a questa certezza analizzando proprio i rilevatori di fumo a bordo.
Si suppone che almeno due rilevatori avevano evidenziato la presenza di fumo poco prima dell’impatto del velivolo.
Negli ultimi mesi l’Egitto ha speso milioni di dollari per cercare di ristabilire una certa fiducia internazionale soprattutto nei suoi sistemi di sicurezza presso gli aeroporti. Notizie come questa non lasciano spazio al dubbio e non aiutano il Paese a ri-guadagnare la fiducia persa.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar