Questo é il quinto test nucleare condotto dalla Corea del Nord per dimostrare la sua forza bellica.
Il test ha provocato una scossa di terremoto da 5,3 di magnitudo nella zona del centro atomico Punge-ri.
Poche ore prima i satelliti avevano rilevato un’attività decisamente insolita all’interno dell’impianto e dopo poche ore se ne sono capite le ragioni.
L’evento, come del resto é accaduto per i precedenti, é stato coperto da una forte propaganda con fotografie e bollettini trionfali.

Le reazioni del mondo intero non si sono fatte attendere e tutti condannano pesantemente l’operato di Kim Jong.
Il punto é che in molti vorrebbero intervenire ma nessuno per ora decide di uscire allo scoperto in prima linea.
Tutti restano in attesa a guardare sposando la religione del “fino a che non ci tocca in prima persona, cosa ci interessa?”

Il punto é che si rischia che un giorno possa essere il giorno dopo, il “troppo tardi” da cui tutti siamo terrorizzati.
La Corea del Nord possiede armi di distruzione di massa potentissime di cui una parte a lungo raggio. Questo basta per sentirsi obbligati ad intervenire con una linea di dialogo come mai prima d’ora.
In caso di mancato accordo, le conseguenze potrebbero essere devastanti.

 

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar