La Roma calcistica sta vivendo il miracolo dell’immortalità.
Sta assistendo all’irriverente, quanto mai autentico, scontro tra il passato ed il presente.
Una sorta di riunione degli Dei dell’Olimpo ad incoronare di volta in volta il nuovo re di Roma, o forse meglio chiamarlo l’ultimo Imperatore.
Chiamiamolo Francesco Totti. Perché se di magie il calcio ne ha regalate tante negli ultimi decenni, questa é tra le migliori.


Francesco gioca a 40 anni come non giocava a calcio quando ne aveva 25.
Adesso oltre al talento infinito ci mette una dose di esperienza ineguagliabile e questo lo rende immortale.
Qualcuno direbbe immorale, soprattutto per quella schiera di giovani alla Balotelli che si divertono a tirare calci al pallone pensando che sia facile, che sia tutta una questione di addominali e social network e “paccate di soldi”.
No, amici miei, il calcio é molto di più.
E’ poesia, fantasia, estro ed irriverenza.
Il calcio é lo sport più bello del mondo raccontano in tanti, questo potrebbe essere discutibile, ma il calcio alimenta anche tutto questo, forti passioni e tremende sollecitudini al nostro sistema cardio vascolare.
Il calcio é amore ed odio, a volte persino troppo forte. Il calcio é simpatia o antipatia.
Una vita di primo e secondo tempo che accompagna le nostre stesse vite sin da quando siamo bambini, perché bravi o schiappe, tutti noi la prima cosa che facciamo dopo che abbiamo imparato a camminare é esattamente questo: tiriamo calci ad un pallone.
Questo ci rende simili, questo ci unisce e questo é il calcio.
Ma oggi il calcio é Francesco Totti, lasciatemelo chiamare così almeno per questa volta.
A proposito di calcio, ieri sera si é vista una bella Roma all’Olimpico, ma tutti quanti avremmo pagato il biglietto solo per vedere giocare quel numero 10 che fa parte di una razza in estinzione che solo noi poveri mortali un giorno potremo raccontare di aver visto giocare.
La Roma l’hanno vista in pochi ieri sera, perché ieri giocava il calcio all’Olimpico di Roma.

 

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar