Tiziana Cantone si é suicidata, impiccandosi con un foulard nella sua casa di Mugnano, vicino Napoli.
La storia non é nuova. Un video hard comincia a girare sul web qualche mese fa in cui Tiziana é la protagonista e durante il girato si esibisce in situazioni sicuramente imbarazzanti, ma non sufficientemente gravi da poterle costare la vita.


Ora l’Avvocato della ragazza Roberta Foglia Manzillo ha deciso di citare in giudizio Facebook, Yahoo, Google e youTube oltre alle persone coinvolte nella diffusione del video ottenendo un provvedimento d’urgenza che ha permesso la rimozione di tutto il materiale considerato hard che facesse riferimento a Tiziana.
Purtroppo il web é un’arma a doppio taglio. Può farti salire alle stelle in pochi giorni solo con un video virale e può distruggerti come persona nel giro di poche ore per un video imbarazzante, come nel caso di Tiziana.
Se poi si uniscono i conoscenti, le mentalità chiuse, retrograde ed ottuse di molti compaesani della ragazza che nei mesi scorsi non si sono risparmiati dal farle recapitare insulti di ogni genere, allora si giunge ad una miscela esplosiva.
In fin dei conti Tiziana non aveva fatto del male a nessuno. Forse aveva commesso un piccolo errore e probabilmente in totale buonafede, visto che di mestiere non faceva filmati hard.
Ma le persone che si sono scomodate a giudicarla ed insultarla nei mesi scorsi sarebbero da perseguire per averla istigata a commettere questo gesto estremo.
La parte più triste ed oscura di tutta la faccenda é che oggi sappiamo che la maggior parte delle persone che la insultavano e la giudicavano non la conoscevano nemmeno.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar