Quando abbiamo avuto la pazza idea di creare un nuovo magazine che potesse servire per un mercato editoriale chiuso come quello italiano, sapevamo che avremmo dovuto affrontare dei passaggi obbligatori.
In primo luogo il passaggio totale alla distribuzione in digitale.
L’adeguamento delle collaborazioni in smart working era solo il secondo passo.


Poi la fase di progettazione e di verifica che ha richiesto il tempo maggiore.
Infine, ma non meno importante l’implementazione nel mercato.
La nostra casa editrice pubblica il 99,9% in lingua inglese, non é stato facile far digerire i costi per una redazione che rispondesse ad un’esigenza di nicchia riferita all’Italia solamente.
Abbiamo cominciato a pubblicare ad agosto, abbiamo proseguito a testare i servers e la distribuzione attraverso la nostra piattaforma a settembre e abbiamo lasciato che le risposte analitiche rientrassero per garantire il miglior servizio a pieno regime entro il mese di ottobre.
Ora il momento tanto atteso é arrivato, siamo ad un passo dalle pubblicazioni messe in scaletta e sono davvero decine al giorno.

Partiremo con cautela anche valutando la risposta del mercato e la condivisione dello stesso, tanto importante nei giorni nostri.
Dirvi grazie per la pazienza diventa banale. Abbiamo una media visitatori giornaliera di tutto rispetto soprattutto considerando che non abbiamo ancora cominciato a pubblicare con frequenza editoriale come vorremmo.
Mancano poche ore e finalmente il l’informazione indosserà attraverso editoriale italiano, il vestito più trasparente mai visto.

Grazie per l’attesa.

 

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar